Home Italiano English Español Nederlands Svenska Dansk Deutsch Ruski 繁 Tutte le pagine Chi siamo Contatti
 
La Vita Extraterrestre

La Vita Extraterrestre
L'universo pullula di vita. La vita è infinita, non soltanto in questo universo ma anche in altri universi. Insieme essi formano il cosmo. Tutto ciò che riuscite ad immaginare in qualche parte del cosmo esiste, partendo da pianeti che ospitano ancora i dinosauri fino a civiltà umane talmente evolute da non aver bisogno del corpo o di un pianeta e da muoversi nello spazio come una coscienza di gruppo.

Vi state chiedendo se esista una prova di questo? Esiste dappertutto tranne che nei principali mezzi di comunicazione. Se chiedete ad amici o conoscenti, molto probabilmente ci sarà fra loro qualcuno che ha visto "qualcosa". Se cercate nella rete non solo troverete innumerevoli video e fotografie ma anche molte testimonianze di persone che hanno visto gli UFO, hanno contatti telepatici con esseri extraterrestri, hanno avuto contatti fisici con loro, sono stati da loro rapiti o che hanno vissuto una vita precedente in un altro pianeta.

"E' tutto falso!!" dicono alcuni ma essi raramente hanno fatto ricerche serie al riguardo perché chiunque si prenda il tempo di guardare alcuni video e visitare i siti web sull'argomento, inizierà probabilmente a sospettare che ci sia qualcosa di più di quanto vorrebbe farvi credere il notiziario delle ore 6.

E ciò che è affascinante e che più materiale si legge e si guarda su questo argomento tanto più si completa la visione generale. Si può vedere un contadino svizzero dire qualcosa che si collega perfettamente con quello che un uomo d'affari americano ha vissuto. Un'attrice australiana che può canalizzare fornisce informazioni che poi vengono confermate da un operaio messicano che ha fotografato delle astronavi e dice di essere in contatto telepatico con loro. Ve ne sono anche altri, a centinaia, persone che non si sono mai incontrate, con formazioni e residenze diverse, in periodi differenti. Le tessere del puzzle si incastrano perfettamente.

Sono persone che, potreste sospettare, cercano subdolamente i loro 15 minuti di notorietà e che quindi si stanno inventando l'intera storia? Normalmente no (secondo noi è più probabile che questi tipi appaiano alla televisione). Sono quasi sempre persone normali, come noi e voi, che non sono mai state davanti ad una telecamera e che desiderano sinceramente condividere la loro storia, senza guadagnarne niente. Spesso sono in qualche modo storditi dalla loro esperienza ed a volte come conseguenza la loro intera vita viene sconvolta perché la comunità in cui vivono non sempre reagisce molto benevolmente a tali storie.

Il racconto di Eduard "Billy" Meier, un contadino svizzero,con un solo braccio, è una testimonianza di un contatto alieno fra le meglio documentate della storia moderna

Il racconto di Eduard "Billy" Meier, un contadino svizzero con un solo braccio, è una testimonianza di un contatto alieno fra le meglio documentate della storia moderna (1).

Egli ha fornito innumerevoli foto, video, registrazioni audio ed altre prove concrete dei suoi molti incontri con dei visitatori extraterrestri,fra esse la foto qui sopra di un'astronave pleiadiana (2).

Ha scritto centinaia di pagine sulla sua esperienza e sulle informazioni dategli dai Pleiadiani conosciute come "The Contact Notes" (appunti sui contatti) (3)



  Se gli alieni esistono, perché non riesco a vederli?

Le ragioni sono varie. La più importante è la Legge di Non Interferenza, una regola universale secondo la quale una civiltà superiore in visita ad un pianeta con una popolazione meno evoluta deve interferire con essa il meno possibile. Questo non significa che non ci visitino, perché lo fanno. La Terra è un pianeta estremamente interessante, specialmente in questo periodo. Hanno contatti con degli individui qui e là, sia direttamente che telepaticamente ma finora non è ancora avvenuto un contatto aperto con l'intera popolazione. Questo perché la maggior parte dei veri avvistamenti UFO si verifica a grande distanza. Gli UFO molto vicini non appartengono a visitatori extraterrestri ma sono costruiti sulla Terra oppure tramite un computer (CGI).

Viaggiatori spaziali pacifici quasi sempre rispettano la Legge di Non Interferenza ma esistono anche visitatori meno amichevoli che non rispettano affatto tale legge. Oggi non possono più visitare la Terra perché delle civiltà superiori si impegnano affinché i tempi finali della Terra procedano come pianificato ma in passato hanno avuto gioco facile. Anch'essi tuttavia preferirono non farsi vedere dalle masse perché volevano espletare le loro attività malvagie in segreto. La gente non avrebbe probabilmente apprezzato sapere chi erano i responsabili di così tante malattie, uccisioni, guerre, povertà, rapimenti di bambini, disastri ed altre calamità.

Una terza ragione è che per i nostri visitatori è un gioco da ragazzi rendere le proprie astronavi invisibili oppure assumere una nuova forma fisica. I Rettiliani possono assumere sembianze umane o rettiliane poiché possiedono entrambi i tipi di DNA. Le civiltà spiritualmente evolute, però, hanno un tale controllo sull'energia che possono cambiare il proprio aspetto al solo pensiero. E' stato spesso confermato che molte persone che vivono fra noi non appartengono al nostro pianeta. Molti visitatori extraterrestri vengono da dimensioni superiori alla nostra. Loro possono vederci (e per esempio attraversare i muri facilmente) ma noi non possiamo vederli.

Che cosa emerge da tutte le testimonianze?

Emerge che la vita nell' omniverso conosce infinite variazioni. Non importa quanto grande o piccolo, di che colore, evoluzione o personalità lo immaginiate, tutto esiste nel cosmo. Osservando l'ambiente delle dimensioni inferiori attorno alla Terra, dove pure noi viviamo, le forme di vita intelligente possono essere grossolanamente divise in alcune specie e cioè:
  1. Umanoidi
  2. Grigi
  3. Rettiliani
  4. Insettoidi
  5. Razza Felina
  6. Anfibi
  7. Uomini Uccello
Space inhabitants

(purtroppo generalmente non amano farsi fotografare perciò dobbiamo arrangiarci con dei disegni sulla base delle testimonianze)


Queste sono le categorie principali che conosciamo, tuttavia esistono anche vari ibridi. Come abbiamo detto, da un certa evoluzione spirituale in poi, l'"aspetto" fisico diventa relativo. Molti sono benevoli ma un certo numero di loro si comporta negativamente od indifferentemente verso noi umani .

Lungo tutta la storia, hanno lasciato le loro tracce sulla Terra ed ecco perché ci sono parecchi animali che assomigliano a loro.

la battaglia tra la luce e l'oscurità

Le conseguenze più negative vissute dal nostro pianeta sembrano essere state causate da visitatori umanoidi provenienti dal sistema stellare di Sirio B (quelli con i crani allungati), i rettiliani dalla costellazione del Draco e gli Annunaki, ibridi umani/rettiliani provenienti dalla costellazione di Orione. Ecco perché si possono trovare riferimenti a queste stelle in molte piramidi ed altri siti antichi.

Fino ad un certo punto queste razze negative lavorarono insieme e conquistarono centinaia di pianeti e di civiltà. Formarono un impero potente. Combatterono guerre lunghe centinaia di migliaia di anni contro razze positive, riunite insieme in una specie di Nazioni Unite Spaziali, chiamata la Federazione Galattica di Luce.

Quando questo impero malvagio si rese conto che lo sviluppo tecnologico della Federazione Galattica era molto più avanzato del loro e che non avrebbero mai potuto vincere la guerra, deposero le armi e molte razze negative abbracciarono la Luce. Questo accadde anche perché l'Ascensione che si stava avvicinando li forzò ad adottare delle misure, perché creature con una vibrazione troppo bassa non possono ascendere. Rimasero solo poche frazioni di ribelli, disperse in tutto l'universo ed anche nel nostro pianeta.

Gli umanoidi

La razza umana esiste in infiniti colori e forme. I Pleiadiani (abitanti dell'ammasso stellare delle Pleiadi) hanno detto a Billy Meier che il nostro universo contiene più di 8 miliardi di pianeti abitati da umani. Esistono più di 40.000 sottospecie in più di duecento colori. La vita umana si trova anche in altri universi e se si considera che, secondo le stime dei Pleiadiani, esistono circa 10 alla 49sima potenza universi (in altre parole 10,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000,000), capirete che catalogare tutte queste specie è impossibile.

La nostra razza qui sulla Terra, l'homo sapiens, non ha avuto uno sviluppo naturale. Siamo il risultato di interventi genetici da parte di visitatori extraterrestri sugli abitanti primitivi della Terra di 200.000 anni fa (4). Poiché siamo stati manipolati geneticamente da molti visitatori extraterrestri nella storia, ora noi portiamo il DNA di più di 20 razze extraterrestri, non soltanto di umanoidi extraterrestri ma anche dei cosiddetti "alieni grigi", rettiliani, felini ed altre specie. Se volessimo, potremmo riprodurci anche con tutte queste specie. Secondo quanto riferisce il contattato Alex Collier il nostro DNA viene pertanto considerato "regale" (5). Le sole specie con le quali abbiamo pochissimo in comune sono le insettoidi.

A parte l'averci dato un DNA unico, tuttavia, queste interferenze genetiche ci hanno fatto più male che bene perché, fra le altre cose, la breve durata della nostra vita, la nostra grande propensione alle malattie, la nostra mitezza, il nostro lento sviluppo spirituale e la nostra consapevolezza limitata sono le conseguenze di tale manipolazione.
Le quattro razze umane più diffuse qui sulla Terra, cioè la caucasica, la negroide, l'orientale e la latino americana sono tutte la conseguenza di visite di extraterrestri che hanno lasciato tracce esteriori. I latini sono la razza più vecchia e, secondo Alex Collier, al momento non si sa quale razza extraterrestre sia responsabile delle razze orientali.

un amico venusiano di Howard Menger, dal nome sconosciuto Valiant Thor, un ambasciatore dal pianeta Venere che rimase al Pentagono per tre anni alla fine degli anni '50 per negoziare con il governo americano un piano di pace per la Terra – purtroppo invano. Alla destra di Thor ci sono due dei suoi amici venusiani

Non dobbiamo guardare lontano nello spazio per trovare gli umanoidi più vicini, sono i venusiani. Proprio come tutti gli altri pianeti, Venere è cava all'interno. Ci vive una civiltà umana che ha già raggiunto la quinta dimensione. I venusiani hanno le stesse nostre origini (la costellazione di Vega)e quindi si sentono molto coinvolti con noi. Per poter visitare la Terra devono abbassare le proprie vibrazioni dopodiché sono fisicamente simili a noi. A sinistra: un amico da Venere di Howard Menger, dal nome sconosciuto.

A destra: Valiant Thor, un ambasciatore del pianeta Venere che rimase al Pentagono per tre anni, verso la fine degli anni 50, per negoziare con il governo americano un piano di pace per la Terra – purtroppo invano. A sinistra di Thor ci sono due dei suoi amici venusiani.

Chi desideri sapere di più sulla vita su o nel Pianeta Venere sarà certamente interessato all'intervista con Omnec Onec. E' venuta sulla Terra da bambina per ragioni karmiche e per aiutare le persone ad evolvere spiritualmente. Ne ha scritto un libro e vive ancora in America.



  Proprio ora la nostra Terra sta affrontando un processo chiamato "Ascensione". Significa che sta viaggiando verso una dimensione superiore, proprio come il resto dell'Universo. Per farlo ella riceve aiuto da molte civiltà extraterrestri altamente evolute che aiutano moltissimo anche i terrestri nel loro sviluppo spirituale. Il fine è di elevare così tanto le loro vibrazioni da poter loro permettere di raggiungere la quinta dimensione.

Le civiltà extraterrestri sono riunite in una Confederazione. Esse sono spiritualmente molto più avanzate di noi; significa che, per esempio, possono comunicare telepaticamente e creare cose semplicemente con il potere del pensiero. Anche tecnologicamente sono ben più avanti di noi. Possono fare cose che i nostri scienziati non riuscirebbero a fare in un milione di anni, come (de)materializzarsi, viaggiare fra le dimensioni (che rende più facile viaggiare nel tempo e nello spazio), conoscono le tecniche antigravitazionali, hanno astronavi e robot viventi, hanno il controllo totale sull'energia attraverso il quale, per esempio, il cibo e la propulsione vengono creati dall'aria, ecc.

I vascelli di luce filmati e fotografati dall'operaio messicano Carlos Diaz Astronave vista nel 2007 vicino al villaggio olandese di Hoogkerk e sulla quale il giornale locale scrisse un articolo

I vascelli di luce filmati e fotografati dall'operaio messicano Carlos Diaz (a sinistra), hanno esattamente lo stesso aspetto delle astronavi viste nel 2007 sopra il villaggio olandese di Hoogkerk, sulle quali il giornale locale scrisse un articolo (a destra).


  Rapimenti

La prossima Ascensione ha per alcune persone un aspetto meno piacevole. Principalmente dagli anni '60 fino agli anni 80' molte persone dichiararono di essere state rapite dagli alieni (6). I mezzi di comunicazione, controllati, cercarono di far figurare questi racconti come aberrazioni mentali ma c'erano talmente tante testimonianze che alcuni scienziati fecero a questo proposito delle serie ricerche (7). L'attenzione della gente venne catturata anche dai racconti di molti bambini che parlavano ai propri genitori di piccole creature che entravano nelle loro camere di notte e li portavano nelle loro astronavi per fare degli strani esperimenti (8).

Molti adulti che erano stati rapiti ricordavano che certe operazioni che erano state fatte loro sembrava mirassero alla riproduzione. Accadeva tutto mentre venivano tenuti in una sorta di sonno. Venivano iniziate delle gravidanze, venivano fermate mesi dopo, venivano prelevati ovuli e sperma e nelle astronavi la gente ricordava di aver visto strani laboratori con grossi tubi contenenti dei feti in crescita.

Il quadro che emergeva da messaggi canalizzati e da spiegazioni ricevute dai contattati e da gente del circuito delle black ops (progetti governativi segreti) indicava che questi rapimenti erano opera dei Grigi. Sono la razza extraterrestre che viene spesso caratterizzata nei film e dai mezzi di comunicazione, con piccoli corpi, teste larghe e grandi occhi neri a mandorla. Questa civiltà, proveniente dal sistema stellare di Zeta Reticuli e quindi anche denominata Zeta, ha rinunciato alla normale riproduzione migliaia di anni fa passando alla clonazione.

Uno svantaggio della clonazione era che il nuovo essere creato artificialmente non aveva più un anima. Non appena arrivò a loro la notizia dell'Ascensione universale andarono nel panico perché sapevano che le creature senza un anima non possono ascendere; è infatti la vibrazione dell'anima a determinare in quale dimensione si proseguirà dopo l'Ascensione. Pertanto vedevano avvicinarsi l'estinzione della loro intera razza.

Decisero di creare una nuova razza, metà Zeta e metà di una specie differente che speravano avrebbe potuto continuare la loro civiltà dopo l'Ascensione. A questo scopo cercarono un popolo sottosviluppato (ed indifeso) con un DNA forte e la scelta cadde sugli abitanti dei pianeta Terra. Venne fatto un accordo segreto con i governanti del nostro pianeta (9), che diedero ai Grigi il permesso di fare esperimenti genetici con i terrestri in cambio di alta tecnologia.

Questi esperimenti su umani ed animali (10) sulla Terra proseguirono per parecchi decenni. Apparentemente crearono davvero una o più nuove specie ibride nelle quali le anime umane vollero incarnarsi. Pertanto l'operazione fu un successo (11) ed i rapimenti cessarono quasi completamente.

------------------------------------------------------------------------------------


Share |



Un grazie sentito a tutti coloro che, con una donazione, desiderano aiutare il nostro lavoro
Grazie mille !!

he's a spacer