Home Italiano English Español Nederlands Svenska Dansk Deutsch Ruski 繁 Tutte le pagine Chi siamo Contatti
 
Reperti

Reperti
Il nostro pianeta è disseminato di misteriosi reperti. Non sembrano adattarsi alla storiografia corrente e per questo vengono definiti "reperti fuori posto" oppure "OOPArt". Sono stati ritrovati e documentati così tanti di questi "OOPArt" (1) che una persona di buon senso potrebbe iniziare ad avere dei dubbi sulla storiografia corrente. I governi e la scienza attuale tuttavia o ignorano caparbiamente questi ritrovamenti oppure li liquidano definendoli delle bufale. E' un peccato perché in questo modo il visitatore medio dei musei viene privato di questi curiosi legami con il passato antico. Gli scienziati che indagano su questi reperti uscendo dal sentiero tracciato rischiano la propria carriera professionale (2). Argomenti come Dio, la vita extraterrestre e praticamente ogni altro tema trattato in questo sito non sono accettati dall' establishment.

La collezione di Waldemar Julsrud

La Collezione di Waldemar Julsrud è una collezione di ceramiche provenienti da Acámbaro, Mexico. Le statue non raffigurano solamente soggetti umani ma anche mostri, decine di dinosauri riconoscibili, persone con i dinosauri e con dischi volanti. La loro età è stata stabilita da due istituti indipendenti tra i 3.000 ed 7.000 anni.

La collezione di Waldemar Julsrud


I teschi di cristallo

Esistono molte teorie sui teschi di cristallo. Decifrare questo mistero è complicato anche dal fatto che oggigiorno la maggior parte dei teschi è stata semplicemente fabbricata da mano umana. Molte fonti, tuttavia, affermano che i 13 teschi originali vennero portati sulla Terra da esseri extraterrestri molto tempo fa, per aiutare l'umanità ad evolversi. Gli aborigeni ed i sensitivi affermano che i teschi hanno poteri magici.

Il teschio di Mitchell-Hedges


Le sfere di Klerksdorp

Le sfere di Klerksdorp
Le sfere di Klerksdorp sono delle piccole sfere ritrovate in strati rocciosi vecchi di 3 miliardi di anni, in Sud Africa. Alcuni scienziati affermano che queste sfere possono essere state create da un processo naturale; questa teoria, tuttavia, sembra essere stata inventata solamente per evitare di dover cercare altre spiegazioni, come quelle che presentiamo noi in queste pagine :)
Infatti, le sfere sono perfettamente bilanciate e spesso hanno lungo il diametro dei piccoli bordi o linee che sono troppo perfetti per essere stati creati da un processo naturale.

Le sfere sono cave e nel centro di alcune si trova una sostanza appiccicosa che si trasforma in polvere quando viene a contatto con l'aria. Sono fatte da un metallo duro come la roccia con una composizione chimica unica. Sebbene siano state ritrovate in miniere di diamanti e carbone, l'enorme pressione sotto la quale si formano questi elementi sembra non aver intaccato le sfere. Ne sono state trovate parecchie centinaia ed ognuna è unica. Quale fosse il loro scopo nessuno lo sa (od almeno noi non lo sappiamo).

Le sfere di Klerksdorp


Le sfere di pietra

Le sfere di pietra vengono ritrovate in tutto il mondo. Le più famose sono quelle del Costa Rica ma ne sono state ritrovate anche in Messico, Australia, Egitto ed in Bosnia. Alcune hanno un raggio di quasi 3 metri e pesano 15 tonnellate all'incirca. Sono perfettamente rotonde e lisce. La maggior parte di esse è costituita da un materiale vulcanico chiamato gabbro, che non si trova comunemente nei luoghi di ritrovamento delle sfere stesse. Molte vengono ritrovate in gruppi e sembra che rappresentino delle configurazioni astronomiche. Solo alcune portano delle incisioni ed anch'esse sembra rappresentino delle costellazioni.

Le sfere di pietra


Le pietre di Ica

La storia delle Pietre di Ica assomiglia a quella della Collezione di Waldemar Julsrud con la differenza che questa collezione non ha ceramiche ma decine di migliaia di pietre incise. Le incisioni raffigurano i soggetti più bizzarri che variano dai riconoscibili dinosauri a continenti perduti, ad immagini erotiche umane, di sirene, di UFO, ecc. Sono state ritrovare negli anni ‘60 in grotte e burroni vicini ad Ica. Questo luogo si trova a pochissima distanza dalle linee e dalle figure Nazca in Perù, dove sono stati ritrovati molti crani di visitatori extraterrestri. Sono fatte di andesite, una pietra vulcanica dura come la roccia che è molto difficile da lavorare a mano. L' Università di Madrid ha esaminato le incisioni ed ha dichiarato che molto probabilmente vennero fatte circa 100.000 anni fa.

Le pietre di Ica


I reperti UFO del Messico

In un' arida zona del Messico centrale, fra le città di Pinos e Ojuelos de Jalisco, per anni ed anni sono state ritrovati i reperti UFO più bizzarri. Sono stati analizzati per più di 10 anni dagli osservatori della Fondazione Nahui Ollin ("Nahui Ollin" è il nome azteco dell'era in cui viviamo ora, il cosiddetto "Quinto Mondo"). Hanno cercato di convincere il governo e gli scienziati dell'importanza delle loro scoperte ma senza alcun risultato positivo.

Queste opere d'arte a volte si riferiscono ai calendari aztechi ma mostrano anche raffigurazioni di astronauti, comete ed esseri extraterrestri. Si possono vedere anche molti UFO, fra gli altri, ce n'è uno che esce dal Sole nella coda di una cometa, tirata da un altro UFO. Ci sono soggetti con teste a punta, con teste lunghe, occhi piccoli oppure grandissimi. Sono raffigurate anche le eruzioni solari, i buchi neri, i condotti spazio-temporali, gli UFO con esseri a bordo, e molto altro.

I reperti UFO del Messico


E c'è (molto) altro ancora....

Sono stati elencati qui solo alcuni dei reperti extraterrestri ma ne esistono molti altri (6). Wikipedia ha preparato una pagina per elencare questi reperti "inspiegabili" (7), e le spiegazioni fasulle che la scienza moderna ha inventato per essi.

Tuttavia sono solo una frazione dei reperti misteriosi che ci offre la Terra. Chiunque desideri avere un'idea della varietà dei reperti e delle loro analogie troverà sicuramente interessante il lavoro del'esperto e ricercatore austriaco Klaus Dona (8), (9). Solamente in un vecchio tunnel vicino a Guayaquil in Ecuador vennero ritrovate più di 350 opere d'arte fantastiche che non possono in alcun modo essere spiegate dalla scienza moderna.

La piramide degli Illuminati proveniente dall'Ecuador

Questo reperto è probabilmente uno delle più importanti scoperte archeologiche mai avvenute. Venne ritrovato in un vecchio tunnel vicino a Guayaquil, in Ecuador (10). Raffigura la famosa piramide degli illuminati con "l'occhio che tutto vede", che si può ancora trovare su ogni banconota da un dollaro.

E' una prova irrefutabile che questa struttura di potere ha un'origine antica. A parte ciò, indica chiaramente che gli esseri extraterrestri negativi dietro gli illuminati, più di 4.000 anni fa, atterrarono sulla Terra con l'intenzione di imporre il loro controllo invisibile al nostro pianeta. Ciò viene confermato in molte canalizzazioni dei giorni nostri con esseri extraterrestri benevoli.




------------------------------------------------------------------------------------


Share |



Un grazie sentito a tutti coloro che, con una donazione, desiderano aiutare il nostro lavoro
Grazie mille !!

he's a spacer